il guardaroba

Ma che capsula è il guardaroba capsula?

Che cosa è, perché dovrei farlo? E’ utile? Mi serve davvero sto sistema del guardaroba capsula di cui tutti parlano? Io mi sono fatta queste domande per mesi, ogni volta che nei feed spuntava fuori un nuovo video o un nuovo articolo sul guardaroba capsula. Scommetto che molte di voi se le stanno ancora ponendo!

E se vi dicessi che con ogni probabilità, magari senza saperlo, già avete applicato o state applicando questo metodo per grandi linee?

Partiamo dalla definizione che ne darei io:

Il Capsule Wardrobe è un metodo di organizzazione del guardaroba, di matrice minimalista, in base al quale è possibile ridurre il guardaroba ad un numero limitato di capi che siano tutti combinabili tra di loro. Questa selezione può variare ed essere aggiornata periodicamente.

L’utilità che se ne ricava? Si risparmia tempo (e stress) nel vestirsi ogni mattina. Bonus: si spende in maniera più oculata e ragionata quando si acquistano nuovi capi.

Per rigore di informazione, debbo dirvi anche, che secondo le teoretiche minimaliste più rigorose, i suddetti “pochi capi” sarebbero 33 da utilizzare per un periodo di 3 mesi (da qui anche il nome 333 wardrobe project). Non contano gli indumenti intimi, ma si contano gli accessori.

Tuttavia, nulla vi vieta di scegliere, ad esempio, 10 “pezzi” da usare e alternare per 10/20 giorni. Anzi, questa opzione è un modo carino ed intelligente per pensare in anticipo ai possibili outfit da utilizzare in un breve periodo (2/3 settimane). Inoltre, questo sistema dei “10 pezzi” è anche utile semplicemente per approcciarsi a questo sistema, testarlo, vedere se ne ricavate beneficio e… se gli altri attorno a voi notano che state alternando solo 10 capi! (scommetto di no!).

Come ho detto sopra, il concetto del guardaroba capsula lo state già applicando senza nemmeno saperlo, in particolare se vi (siete) trovate in una di queste situazioni:

  • avete da poco cominciato o comincerete a breve un nuovo lavoro per cui è previsto un certo dress-code;
  • dovete partire per un viaggio di una settimana o più e porterete con voi solo una valigia piccola;
  • gira e rigira indossate sempre gli stessi due jeans/pantaloni e qualche maglia (anche se nel vostro armadio c’è parecchio di più);
  • avete dei bambini che crescono come funghi;
  • siete Tarzan e vi siete appena trasferiti in citta!!!

Detto in poche parole, il guardaroba capsula, non è niente di più, niente di meno che assicurarvi con pochi capi quei “5/7 cambi” necessari per uscire ed andare a lavorare/scuola tra una lavatrice e l’altra, ma… reso molto più funzionale. Come? Rendendo abbinabili tra di loro tutti i top (parti alte) e tutti i bottom (parti basse).

In soldoni, invece di avere un armadio pieno di roba che non mettete o che non sapete come abbinare (=perdita di tempo ogni mattina), dovete cercare di avere (a) “pochi” capi, (b) tutti della vostra taglia attuale (c) tutti utilizzabili nella stagione in corso (o nel periodo prescelto); (d) tutti  [tendenzialmente] combinabili tra di loro.

a) Pochi capi. Per esempio: 3 camicie, 2 top, 2 cardigan e una giacca professionale (Top); tre pantaloni, due gonne, un tubino (Bottom). A questo abbinate due paia di scarpe, il cappotto/soprabito e qualche accessorio. Il tutto a rotazione ogni 10/30/60/90 giorni. Decidete voi!

b) tutti della vostra taglia attuale/che indossate abitualmente: non occorrono altre spiegazioni, ed in ogni caso vi rinvio ai post precedenti per ulteriori consigli su come fare a individuare e liberarvi delle cose che non utilizzate.

c) tutti della stagione corrente. A prescidere dal fatto che vogliate far ruotare il vostro guardaroba capsula ogni 3 mesi o meno, il senso è togliere di mezzo (o dai ripiani centrali) ciò che è certamente fuori stagione, sorattutto se avete un armadio piccolo.

d) combinabili tra loro: la chiave di tutto. Significa che tutte le parti basse si combinano con tutte le parti alte, dando vita ad un numero molto più alto di combinazioni rispetto ad avere una camicetta che potette indossare solo con una certa gonna, per via dei colori, taglio, fantasia… ecc…

 In questa maniera gli outfit possibili aumentano esponenzialmente, e potete scegliere anche a casaccio un top e un bottom, certe che non sbaglierete l’accostamento (purché abbiate scelto a monte i colori giusti! leggi qui).

Nella immagine sotto potete avere una idea di cosa significhi combinare tra di loro pochi capi, ottenendo outfit nient’affatto monotoni. Continue reading “Ma che capsula è il guardaroba capsula?”