il guardaroba

Come comporre il guardaroba perfetto: Cap. 2 – Liberarsi delle cose inutilizzate

Premessa: per chi cercasse la formula magica per avere un guardaroba ordinato e funzionale in uno schiocco di dita, devo purtroppo dire che servono un po’ di (e nemmeno tantissime) azioni graduali prima di arrivarci. Persino applicare il metodo Konmari (=butta tutto quello che non usi) richiede giorni e giorni (lo so perché è stato il mio punto di partenza)! Io non voglio chiedervi di buttare tutto, io voglio aiutarvi a capire, della montagna di panni che avete nell’armadio, COSA davvero vi SERVE, cosa davvero vi PIACE e vi valorizza.
Una volta individuati questi capi (che possono essere 10 o 100) organizzarli sarà un gioco da ragazzi! Inutile organizzare roba inutilizzata. Questa è la regola fondamentale di questo blog.

Dunque, riprendendo le fila dall’ultimo post, dovreste aver passato l’ultima settimana (o le ultime ore) ad individuare ed analizzare i capi che vi piacciono di più, gettando così le le prime fondamenta del vostro stile.

Mentre facevate questo screening sicuramente vi siete imbattuti o avete dovuto scavare in mezzo ad un quantitativo spropositato di indumenti che non indossate (più).  Il classico scenario di un guardaroba pieno in cui non c’è niente da mettere.

L’esercizio che vi propongo di fare oggi è quello di interrogarvi sul come e perché siete arrivati ad avere così tanta roba che non indossate, che necessariamente rende il vestirsi una impresa stressante e frustrante ogni mattina.

Riconoscere la ragione o le ragioni principali vi aiuta (ed è questa la finalità dell’esercizio) a prevenirne le cause in futuro, in modo da evitare a priori di introdurre in casa vostra e nel vostro armadio roba che non userete.

Ecco alcune delle ragioni più comuni per cui accumulate vestiti inutilizzati e possibili soluzioni per evitare di ripetere lo stesso errore in futuro:

  1. Amate fare shopping, ed acquistate più indumenti di quahand-holding-shopping-bags_23-2147491522nti possiate realmente indossare. Es.: avete 50 jeans ma fate un lavoro il cui dress-code li sconsiglia! ritrovandovi in pratica con un 50 capi che potete usare solo nel weekend (e verosimilmente non in estate!!!).
    Soluzione: Stabilite il vostro limite in base allo spazio che avete a disposizione e le reali occasioni in cui prevedete ragionevolmente di utilizzare qualcosa;
  2. Avete la “sindrome” del potrebbe servirenel vostro armadio ci sono capi che attendono una occasione speciale, o che perdiate peso, che troviate il pezzo giusto con cui completare l’outfit…
    Soluzione A: Siate onesti: se non avete utilizzato questi capi negli ultimi due anni e non prevedete/fissate un’occasione di utilizzo nel prossimo mese, è ora di lasciarli andare e fare spazio a cose che utilizzate veramente
    Soluzione B: per quel vestitino hot che ha ancora il cartellino: uscite a cena con vostro marito questo stesso weekend ed indossatelo! Così non lo dovrete buttare via! 😉
  3. Non sapete dire di No! Avete accettato troppe donazioni o regali, ad esempio da donation-box-with-striped-socks-20848383_mlvostra sorella o una vostra amica che vi passano regolarmente roba di seconda mano ma ancora in buono stato (si spera!), ma si tratta di capi che non fanno per voi. Oppure avete comprato qualcosa solo perché la commessa è stata molto insistente o lusinghiera; avete comprato qualcosa perché ve lo ha suggerito vostra madre o la vostra amica, ma niente di tutto ciò lo sentite adatto a voi.
    La soluzione per tutto questo è unica: abbiate il coraggio di dire di no!
  4. Avete preso peso recentemente e sperate di poter tornare presto nella vostra vecchia taglia; va benissimo che vogliate conservare questi abiti, specie se ancora nuovi. Quello che non va bene è che restino nel vostro armadio a rubare spazio a ciò che oggi potete indossare, facendovi sentire ogni giorno giù di morale per non poterli (ancora) indossare.
    Soluzione A: mettete via in una scatola adatta questi capi. Magari tenete soltanto uno ma solo se serve realmente per motivarvi a raggiungere il vostro obiettivo di peso.
    Soluzione B: se non prevedete di poter ritornare a breve nella vostra vecchia taglia né volete spendere un patrimonio per rifarvi il guardaroba, selezionate alcuni capi da portare ad una brava sarta per farveli allargare ed utilizzarli ancora senza aspettare.
     
  5. S051210-carrie-7-400_1iete ancorati al passato, nel vostro armadio ci sono indumenti di 5/10/15 anni fa? Di quando conducevate una vita del tutto diversa, un diverso lavoro, non eravate ancora sposate o mamme?
    Soluzione: Se quegli abiti non vi stanno più o non si addicono al vostro stato attuale, è tempo di metterli altrove! Valgono anche i consigli precedenti. Non vi dico di buttarli, specie se racchiudono bei ricordi, ma dovete metteteli altrove.
  6. Pezzi classici: indubbiamente ci sono cose che, se ben tenute, possono essere utilizzate per anni ed anni. Siate però certi che quei pezzi “classici” siano effettivamente ancora indossabili, in buono stato e della vostra taglia attuale, altrimenti, donateli!
  7. top-10-clothing-brands-300x259Pezzi costosi: è molto difficile ammettere di aver fatto un acquisto sbagliato, tanto più se si sono spesi bei soldini. Tuttavia tenere nel vostro armadio roba che non utilizzate non vi ridarà indietro quei soldi, anzi! Un armadio poco funzionale porta dietro con se tutta una serie di costi nascosti anche maggiori, se pensiamo al tempo che perdiamo ogni mattina, al senso di inadeguatezza, colpa e frustrazione che comporta il vedere tutti questi indumenti inutilizzati. Ancora peggio: non utilizzare qualcosa per paura di rovinarla, significa aver sprecato irrimediabilmente denaro.
    Soluzione: Vale lo stesso discorso del punto 2 e le soluzioni che vi ho dato lì. Se non iniziate ad usare regolarmente questi pezzi è ora di venderli o donarli. 

Qualsiasi sia la casistica in cui vi riconoscete, non ditemi che non potete adottare le soluzioni qui proposte perché applicandole dovreste dar via 3/4 dell’armadio ritrovandovi con niente.
E’ proprio questo il punto!
Quel niente  altro non è che la roba che davvero oggi potete e dovete utilizzare. Quel niente è la base del vostro futuro dirvi: “Posso finalmente indossare TUTTO quello che c’è nell’armadio!” Quel niente è l’unica cosa che a buon titolo occupa lo spazio del vostro armadio e per cui avete fatto bene a spendere soldi. 

Ricordate sempre che un guardaroba che non è adatto a chi siete e come siete oggi, che contiene roba inutilizzata, vi costa troppo: (a) mina la vostra autostima, (b) vi fa sprecare tempo ogni mattina, (c) occupa spazio che potreste impiegare meglio (spazio per cui pagate affitto e mutuo!), (d) vi costringe a spendere soldi per un armadio aggiuntivo per tenere cosa? roba che non indossate? Non ne vale la pena! Liberate il vostro armadio della roba che oggi non utilizzate. Vi sentirete mooooolto meglio, ve lo garantisco.

Vedrete che pian piano nei prossimi giorni, rimuovendo quello che non indossate abitualmente, che non vi piace, che non vi sta bene, nel vostro armadio resterà solo il meglio. La base da cui partire prima di fare nuovi (e giusti) acquisti.

Alla prossima puntata per un nuovo esercizio!

2 pensieri riguardo “Come comporre il guardaroba perfetto: Cap. 2 – Liberarsi delle cose inutilizzate”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...