L'Agenda

Come scegliere l’agenda giusta: Introduzione.

Una ragazza entra in una cartoleria perché vuole acquistare un’agenda.

Ecco come potrebbe andare:

Ragazza: Salve, vorrei comprare un’agenda!

Commesso: Ottimo! Come la preferisce? settimanale? giornaliera? accademica? verticale? orizzontale? 

R: … ehm… un’agenda!

C: Discbound? Ringbound… Coiled… Deskfax?

R: … per scrivere….

C: A5? B6? C7? Colpito? Affondato!!! Signorinaaaa! Torni qui!

STOP!

Ricominciamo! Ecco come dovrebbe andare veramente:

R: Salve! Avrei bisogno di un’agenda!

C: Ha già idea di che tipo di agenda le serve? Oppure ha bisogno di essere orientata?

R: Onestamente finora non l’ho usata spesso! Mi sarebbe utile qualche consiglio.

C: Per poterla consigliare ho bisogno che risponda a qualche domanda.

Ed ecco qui le domande che dovete porvi prima di orientarvi verso l’acquisto di una nuova agenda, che sia personalizzabile o già tutta bella composta e preconfezionata.

Per scegliere il layout (giornaliero, settimanale, mensile)

1) che cosa volete annotare sull’agenda?

Quale è l’uso principale a cui devolverete la vostra agenda? Appuntamenti e scadenze di lavoro? Tabelle di marcia per lo studio e orario lezioni? Impegni personali (palestra, uscite, volontariato)? Impegni del vostro partner e altri membri della famiglia oltre ai vostri? come diario e scrapbooking? Tutto quanto sopra elencato?

–> Orientatevi verso un layout (= visualizzazione delle pagine nell’agenda) settimanale (una settimana su una pagina per poche note, su due pagine per più note) se avete poche note, e giornaliero se ne avete molte (una giornata per pagina, talvolta una giornata su due pagine per tabelle di marcia molto intense, solitamente scadenzate dall’orario).

Domanda Bonus: il numero dei vostri impegni diminuisce o addirittura aumenta nel weekend? Spesso Sabato e Domenica sono accorpati, se vi occorre più spazio scegliete un layout in cui vi sia spazio sufficiente anche per gli impegni medi del weekend.

2) quanti impegni/note mediamente al giorno/settimana/mese prevedete di inserire nella vostra agenda?

Questa domanda incide sulla scelta sia del layout sia del formato. A seconda del numero e della frequenza degli impegni/ricorrenze che volete annotare (nonché stile della vostra grafia), vi servirà più o meno spazio per scrivere le cose nella data opportuna.

Inoltre potrebbe essere utile se non imprescindibile avere una visuale ampia (es. layout mensile e/o annuale) per poter meglio incastrare i vari impegni.

Per scegliere il formato (tascabile-pocket, compatto-personal, A5, A6, B6, A4):

3) in quali luoghi/occasioni vi sarà necessario consultare l’agenda?

4) se vi occorre portare in giro l’agenda, che borsa usate di solito, cosa vi portate abitualmente dietro e come vi spostate per raggiungere il lavoro/luogo di studio?

Se avete molti impegni giornalieri ma non volete portavi dietro un volume dell’enciclopedia, il formato pocket-giornaliero fa per voi. Se avete qualche impegno a settimana, un formato compatto o tascabile con layout settimanale è più che sufficiente. Se avete molto da scrivere e lasciate l’agenda sempre a casa o sempre in ufficio, oppure vi spostate in auto, potete tranquillamente optare per formati più grandi e voluminosi, dal layout che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Domanda Bonus: come è la vostra grafia? piccola, grande, disordinata? Se scrivete grande e poco ordinato, vi consiglio di scegliere un’agenda di un formato più grande rispetto a quello che potrebbe risultare da questo questionario!

Scegliere il Tipo (ad anelli, cucita, con spirale)

E qui viene il bello ed il dilemma della decisione si ingigantisce a livelli esponenziali. La domanda clou è:

5) a quante e quale tipo di informazioni avete necessità di fare riferimento che possono incidere sulle cose che annotate nell’agenda?

Se la risposta è poche o nessuna a parte gli appuntamenti segnati, dovete solo trovare l’agenda che soddisfi la maggior parte (o tutte) le vostre esigenze così come sono venute fuori dal questionario che vi ho proposto.

Se la risposta varia da una infinità a molte, passando per dipende, allora potrebbe essere il caso di prendere in considerazione un planner-organizer del tipo ad anelli, oppure un Bullet Journal.

Domanda bonus: vi capita spesso di dover scrivere anche in piedi o senza un appoggio mentre siete in giro? la vostra scrivania è molto piccola? Un’agenda con copertina rigida e/o con la spirale che consenta di ripiegarla a metà lasciando piatta l’agenda è una ottima soluzione.

* * *

Non sapete ancora quali pesci pigliare? Non disperate! Questo post è solo l’inizio di un percorso che vi porterà non solo a scegliere l’agenda giusta, ma anche ad imparare a comporla e configurarla nella maniera perfetta per voi.

Restate sintonizzati e analizzeremo nel dettaglio ciascuna delle domande sopra proposte con le varie soluzioni possibili. IMG_20180112_103526.jpg

 

Un pensiero riguardo “Come scegliere l’agenda giusta: Introduzione.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...